14 – 23 luglio 2017 – Festival del Tramonto, a Marsala al via la II edizione: coltivare bellezza è necessario

Promuovere la bellezza e la cultura attraverso i luoghi più suggestivi di Marsala in un particolare momento del giorno che indulge alla riflessione e ispira gli artisti, affinché questi luoghi e la loro luce siano scenario e fine del futuro del nostro paese. È questo il leitmotiv della II edizione del Festival del Tramonto che prende il via il prossimo 14 luglio dalla piazza di SS. Filippo e Giacomo, balcone privilegiato che si affaccia sula riserva naturale dello Stagnone e sulle Egadi, per poi toccare le spiagge, da nord a sud del litorale, i due bastioni spagnoli recentemente riqualificati in panoramici giardini di città, le due rocche, da qualche anno cenacolo poetico lilybetano, per chiudersi il 23 luglio sul lungomare presso il Monumento ai Mille, a due passi dal centro storico.

Il Festival si arricchisce inoltre con quattro concorsi: “Un click al tramonto”, che invita i partecipanti a immortalare questo magico momento a Marsala e nel mondo; “Fiorisce il tramonto”, secondo cui fioristi e floricultori saranno chiamati a realizzare una composizione floreale tematica; l’estemporanea di pittura “Tutti i colori del tramonto”; la gara dolciaria per non professionisti “Un dolce (al) tramonto”; e l’estemporanea di poesia “Versi al tramonto”. Per iscriversi è possibile inviare un messaggio sulla pg. Facebook https://www.facebook.com/Festival-del-Tramonto-1732908780312719/ oppure una email a festivaltramontomars@libero.it o ancora telefonare al numero 3204988576

saline

Programma

Il taglio del nastro è atteso per giovedì 14 luglio alle ore 20.00. Ad aprire il Festival sarà il concerto del trio composto da Gabriele Di Pietra (liuto), Carlo Barbera (chitarra classica) e Delia Gerardi (voce). Gli intervenuti potranno inoltre godere dell’aperitivo con prodotti locali a cura della pasticceria “Il dolce”. Seguirà la presentazione del concorso fotografico: “Un click al tramonto” instituito con la collaborazione di Vincenzo Sammartano. I partecipanti potranno postare le proprie foto entro la mezzanotte del 20 luglio sulla pagina facebook del festival https://www.facebook.com/Festival-del-Tramonto-1732908780312719/ . Saranno premiati due scatti: quello che otterrà più “LIKE” sulla pagina social del concorso e  quello che si aggiudicherà il favore da parte della giuria di qualità sui temi: “Tramonto a Marsala” e/o “Tramonto nel mondo”. I rispettivi autori delle foto otterranno entrambi una targa ricordo e la stampa dell’opera sarà poi al centro di una mostra che si terrà in occasione della prossima edizione del Festival del Tramonto. Tra i due vincitori delle categorie sarà poi selezionato “Il click più bello” che vincerà un week-end in una struttura ricettiva nell’isola di Favignana.

Ma la vera protagonista della serata sarà una delle principali eccellenze marsalesi: la floricoltura. Infatti non molti sanno che i fiori prodotti dalle aziende locali vengono esportati in tutta Italia e anche all’estero. Per valorizzare questo settore ad aprire il Festival sarà il concorso di composizione floreale dal titolo: “Fiorisce il tramonto” che vedrà partecipare gli artisti di piante e fiori marsalesi i quali realizzeranno un’opera congruente col tema della kermesse. La serata sarà completata dal passo a due dei maestri di danza Giovanna Panicola e Giovanni Paladino, poi ballo in piazza fino a notte a cura del gruppo musicale “Insieme per caso”.

Sabato 15 alle ore 21 sarà la volta del teatro con la commedia dialettale di Rocco Chinnici dal titolo “Chi beddro regalo chi mi fice me figghia” a cura dell’associazione Artisti ppi Joco.

Domenica 16 ritorna, come lo scorso anno, l’appuntamento con tele e pennelli: alle ore 19,30 la piazza accoglierà l’estemporanea di pittura dal titolo: “Tutti i colori del tramonto” (per info https://www.facebook.com/Festival-del-Tramonto-1732908780312719/ oppure inviare una email a festivaltramontomars@libero.it). Poi saranno le note della chitarra del Maestro Marco Bilardello a scandire il calar del sole. Spazio per la dolcezza, nella stessa serata si terrà il concorso “Un dolce (al) tramonto”: pasticceri non professionisti saranno chiamati a presentarsi in piazza con una torta che racconti la bellezza del crepuscolo. A giudicare le delizie variopinte sarà una giuria di qualità. Si concluderà la serata “Danzando al tramonto”: esibizione della scuola ASD Emozione danza di Giovanna Panicola e Giovanni Paladino.

Lunedì 17 il Festival si sposterà in contrada Conca Bassa dove, a partire dalle 21,00, si terrà la “Festa di borgata – Chiano du Cursu Ranne” a base di canti e poesie popolari, con esposizione di scope di giummara e delle culture in tufo dell’artigiano locale Peppe Genna ed altri. A seguire la “Sagra dei babbaluceddri” e la degustazione di prodotti locali. Per concludere con il “Torneo di baddre”.

Martedì 18 luglio alle 18,30 la manifestazione si sposta sulla Terrazza San Francesco (Villa Cavallotti) per un pomeriggio dedicato ai più piccoli: “Un tramonto da favola” con la partecipazione delle lettrici de “L’Albero delle Storie” e dei giovani dell’associazione culturale “The Peter Pan group” che offriranno brani animati del libro “Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carroll. Mentre alle 19,00 gli estimatori potranno recarsi al Monumento ai Mille dove sarà possibile praticare “Yoga al Tramonto” a cura di Spazio Yoga di Valentina Giacalone.

Giovedì 20 alle ore 17,00 il piazzale antistante il Monumento ai Mille (in via Colonnello Maltese) ospiterà “Giochi senza barriere” a cura delle associazioni “L’aquilone e il Melograno” e “Raggio di Sole”. Alle 18,30 la sala espositiva del Monumento accoglierà la mostra fotografica, fruibile fino al 23 luglio: “Marsala e il Tramonto e il Tramonto nel Mondo”, con gli scatti prodotti nella prima edizione del concorso “Un click al Tramonto”.

Venerdì 21 saranno le spiagge a diventare strumenti d’arte, infatti si terranno due competizioni di castelli di sabbia, alle 10,30 presso il lido Playa del Rio (zona Vucca Ciume) e alle 16,30 presso il lido Playa Blanca (zona sud).

Immancabile spazio per la cultura, alle 19,00 a Capo Boeo gli scogli che 157 anni fa furono l’approdo dei garibaldini ospiteranno l’estemporanea di poesia dal titolo: Versi al Tramonto.

Sabato 22 il Festival si terrà sul Bastione Baluardo Velasco dove alle ore 19 sarà presentata la rivista “svista” culturale “L’insonne” in una serata – fucina artistica dal titolo Insonne, già dal Tramonto. Seguirà Orti al Tramonto tra musica e cibo a cura di Pachamama Factory.

Alle ore 22 nella piazza del Monumento ai Mille sarà il tango a fare da protagonista con la “Milonga dopo il tramonto” a cura di Peppe Mineo.

La manifestazione si chiuderà domenica 23 luglio con una serata densa di eventi: alle 18,30 nella sala conferenze del Monumento ai Mille la parola sarà data ai giovani che parleranno di partecipazione e impegno civico presentando le attività del progetto Giovanicr@zia. Sarà poi proiettato il video tematico. Alle 19,00 si terrà il convegno dal titolo: “L’importanza di coltivare bellezza” con interventi: del sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo, del vicesindaco di Sambuca Giuseppe Cacioppo e dell’architetto/artista Francesco Ducato. Modererà il giornalista Vincenzo Figlioli.

La sala espositiva inoltre ospiterà la mostra dei Ricami senza tempo a cura dell’associazione Riscopriamo il ricamo di Francesca Genna.

Alle 20,30 aperitivo al Tramonto e a seguire il concerto de I Musicanti di Gregorio Caimi, autori del brano “Scinni lu scuru”.