Castelvetrano. Immersa nel verde la Santissima Trinità di Delia

A tre chilometri da Castelvetrano, immersa in un lussureggiante giardino, si trova una chiesetta medievale. Di questa chiesa, mausoleo della famiglia Saporito, ancora oggi si ignora la data esatta di costruzione,  ma le sue caratteristiche architettoniche, comuni ad altre chiese palermitane, la fanno risalire agli anni intorno al 1160.
deliaLa pianta centrale, sormontata dalla cupola emisferica di colore rosso, ricorda gli edifici bizantini ma le mura rimandano ad esempi arabi.La struttura dell’edificio presenta nel lato orientale tre absidi e su tutti i lati si aprono tre finestre ogivali di cui la centrale è più alta. Al centro della facciata si trova un portale ogivale, sui muri laterali si aprono due altre piccole porte che dovevano avere un significato liturgico per il rito greco che si officiava nella chiesa. All’esterno una scalinata posta di fronte al fianco Sud conduce ad una cripta sotterranea.