Mazara del Vallo. Teatro Garibaldi.

Dopo i moti rivoluzionari del 1848, con la caduta dei Borboni e il conseguente passaggio dei poteri al comitato cittadino, la città di Mazara del Vallo, nell’entusiasmo generale, decide di dotare la città di una nuova struttura teatrale.

Nasce il  “Il Teatro del Popolo”.

teatro_garibaldi1

Voluto fortemente dai cittadini il piccolo teatro fu realizzato su un progetto ispirato al Teatro Garibaldi di Trapani, con una spesa di 2355 ducati, e in seguito, nel 1862, rinominato “ Teatro Garibaldi”. L’edificio ha una forma a ferro di cavallo, un piccolo ingresso con accesso a due strette scale che conducono ad un duplice ordine di palchi ed al loggione, angusti corridoi utilizzati per accedere ai camerini ed ai servizi, mentre mancano sia la galleria che il palco reale. All’esterno non presenta decorazioni ma il suo interno è ricco di elementi pittorici assimilabili alla pittura ornamentale dei carretti siciliani. La povertà dei materiali utilizzati e gli spazi ridotti, mascherati dalla ricchezza delle decorazioni, non tolgono nulla al fascino di questo piccolo tempio dell’arte. Oggi, dopo numerosi interventi di restauro, in questo gioiello del passato si può assistere a spettacoli di prosa, operette e opere liriche in un’atmosfera molto intima e suggestiva (max 98 persone).

Indirizzo : Via del Carmine.