Salemi. Città dei pani di San Giuseppe

Salemi, situata nel cuore del territorio trapanese,  è uno dei centri più vivaci con il suo interessante patrimonio artistico monumentale. La cittadina si trova sul sito di una antica città fedele a Segesta, Alicia, che poi gli arabi chiamarono Saleiman. Il susseguirsi, tra le strette viuzze del centro, di antichi palazzi medievali, di raffinate chiese, di abitazioni arabe ed ebraiche, vi stupirà per la sua armonia. Iniziate la vostra visita partendo da Piazza Alicia dove sorge il Castello Svevo-Normanno.
Restaurato da poco il Castello è sede di eventi culturali di rilievo, durante tutto l’anno.
Accanto ad esso potrete ammirare ciò che rimane dell’ex Chiesa Madre dedicata a San Nicola di Bari (1761), il suo abside custodisce il ricordo dei tragici momenti del terremoto del 1968.

panorama_salemi

Dalla sua sommità si può ammirare una splendida campagna con scorci suggestivi su giardini, boschi e vigneti, imperdibili i suoi tramonti sulle isole Egadi.
Scendendo dalla via Francesco d’Aguirre si giunge all’ex Collegio dei Gesuiti (XV secolo) che oggi ospita il Museo Civico di Arte Sacra.
All’interno del Collegio potrete ammirare una Cappella chiamata Casa Santa costruita sul modello originale di Loreto da Giovanni Biagio Amico (1684-1754), teologo e architetto trapanese. Annessa al Collegio si trova la Chiesa di S. Agostino dove si trova una magnifica opera del ‘200, la Madonna del Soccorso di Gagini e un interessante Organo del 1711, oggi è la sede del Museo degli Argenti.
Piccola ma molto suggestiva la Chiesa di Sant’Annedda. Una delle più interessanti testimonianze di epoca paleocristiana nella Sicilia occidentale è la Basilichetta di San Miceli, databile dal IV al VI secolo d.C., con pavimenti musivi ed iscrizioni in greco e latino. L’enorme numero delle Chiese ci dà la dimensione della religiosità con cui la gente vive le diverse feste durante l’anno. Il 19 marzo, Festa di San Giuseppe è sicuramente il momento religioso più sentito dalla popolazione. Per mesi nelle case si preparano i pani di San Giuseppe delle vere e proprie opere d’arte. Le case vengono aperte ai visitatori e il culmine della festa consiste nell’organizzare le così dette  cene accanto agli altari, un trionfo di foglie di alloro, frutta, pani e fiori. Salemi ebbe l’onore , per un giorno,del titolo di Capitale d’Italia , fu lo stesso Garibaldi , il 14 maggio del 1860 a issare sulla torre del Castello la bandiera tricolore. A ricordo di tale evento ogni anno vengono organizzate le Giornate Garibaldine, un’interessante kermesse di eventi culturali.

 

BOX INFO SULLA CITTA’

Comune 0924 991111

Ospedale “Vittorio Emanuele III” 0924 990111

Polizia 0924 982233

Carabinieri 0924 982150

Vigili del Fuoco 0924 466000

Ufficio Turistico 0924 991320

Biglietteria AST e Salemi 0924 983616

Museo Civico 0924 982376

Autoservizi Salemi ( Trasporto Extraurbano) 0923 981120 / www.autoservizisalemi.it