Torretta Pepoli. Un Faro di Pace nel Mediterraneo

Erice, ancora una volta, conferma il suo ruolo di Città della Pace.

Fu il conte Agostino Pepoli, intorno al 1870, a far realizzare in questo luogo silenzioso e lontano dalla folla la bellissima Torretta.

Studioso raffinato, il Conte la utilizzò come luogo dove riflettere insieme ad altri suoi amici, artisti e intellettuali del tempo.

Qui si incontrarono l’archeologo Antonino Salinas, il musicologo Alberto Favara,il ministro Nunzio Nasi ed altri.

torretta

Inaugurata in occasione della manifestazione Fly for Peace, oggi la Torretta, dopo un sapiente lavoro di restauro viene aperta alla comunità internazionale e diventa Osservatorio permanente di Pace e Faro del Mediterraneo.

Museo interattivo multimediale, un innovativo modo di fruizione culturale, un viaggio tra storia, cultura, mito e tradizione dei personaggi e della città di Erice raccontato dalla stessa voce del Conte A. Pepoli.

 

D’intesa con l’Università di Palermo, verrà anche pubblicata una rivista, dal titolo “Mediterranean society sights” scritta a più mani da studenti delle Università di tutto il Mediterraneo.

Un modo nuovo per realizzare un confronto interculturale ed interreligioso con lo scopo di ricercare prospettive future di pace ed integrazione tra i popoli del mediterraneo.

 
ORARIO INGRESSO

Da 1 GENNAIO all’ultima domenica di MARZO:

Feriali: su prenotazione telefonica (da effettuarsi almeno 24 ore prima);

Sabato e Festivi: dalle ore 10.00 alle ore 16.00

Dal giorno successivo ultima domenica di MARZO al 31 MAGGIO:

tutti i giorni: dalle ore 10.00 alle ore 18.00

Dal 1 GIUGNO al 14 LUGLIO:

tutti i giorni: dalle ore 10.00 alle ore 19.00

Dal 15 LUGLIO al 14 SETTEMBRE:

tutti i giorni: dalle ore 10.00 alle ore 20.00

Dal 15 SETTEMBRE all’ultima domenica di OTTOBRE:

Tutti i giorni: dalle ore 10.00 alle ore 19.00

Dal giorno successivo ultima domenica di OTTOBRE al 31 DICEMBRE:

Feriale: su prenotazione telefonica (da effettuarsi almeno 24 ore prima)

Sabato e Festivi: dalle ore 10.00 alle ore 16.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *